News

Imposta di registro, cosa cambia con la Legge di Stabilità: il nuovo articolo 20 del T.U.R.

L’articolo 1, comma 87 della l. 205/2017, ha apportato significative modifiche agli articoli 20 e 53-bis del D.P.R. n. 131/1986 (Testo Unico delle disposizioni in materia di imposta di registro, d’ora in avanti T.U.R.), rubricati rispettivamente “Interpretazione degli atti” e “Attribuzioni e poteri degli Uffici”, le novità sono apprezzabili in quanto chiariscono la portata applicativa dell’art. 20 TUR in modo tale da restituire all’imposta di registro l’originaria veste di “imposta d’atto”.

Concorsi pubblici: validità e scorrimento delle graduatorie

I primi graduati, fino alla concorrenza dei posti messi a concorso, sono i potenziali vincitori, ma essi possono essere proclamati tali solo quando viene accertato l’effettivo possesso dei requisiti previsti dal bando. Con l’approvazione della graduatoria definitiva si chiude la fase procedimentale amministrativa, soggetta alla giurisdizione del Giudice amministrativo, e inizia la fase relativa all’immissione in servizio, previa sottoscrizione del contratto, soggetta alla giurisdizione del Giudice ordinario.

La riforma del testo unico delle leggi sul pubblico impiego

Le novità introdotte dal d.lgs. di riforma del pubblico impiego, cioè la revisione del d.lgs. n. 165/2001 sulla base della delega contenuta nell’art. 17 della legge n. 124/2015 La riforma del pubblico impiego ha introdotto importanti novità che ampliano i margini della contrattazione collettiva, modificano le disposizioni sui procedimenti e sulle sanzioni disciplinari nonché le nuove regole dettate per la costituzione del fondo per la contrattazione decentrata. Inoltre, viene modificata la materia delle dotazioni organiche, anche se con molta timidezza, e delle procedure per le assunzioni, ivi comprese quelle flessibili.